Carrello: 0 prodotto
Totale : Gratis
Il tuo carrello è vuoto!
Prodotto aggiorna
cassa

Agevolazione per lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Sulle prestazioni di servizi (mano d’opera) relativi a interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati su immobili residenziali, è previsto un regime agevolato, che consiste nell’applicazione dell’Iva ridotta al 10%.

Le cessioni dei beni restano assoggettate all’ aliquota Iva ridotta solo se la relativa fornitura è posta in essere nell’ambito del contratto di appalto, cioè la impresa fatturerà sia la merce che la mano d’opera.

Tuttavia, quando l’appaltatore fornisce beni di valore significativo, l’aliquota ridotta si applica ai predetti beni soltanto fino a concorrenza del valore della prestazione.

Non si può applicare l’Iva agevolata al 10%:

-       ai materiali o ai beni forniti da un soggetto diverso da quello che esegue i lavori;

-       ai materiali o ai beni acquistati direttamente dal committente;

-       alle prestazioni professionali, anche se effettuate nell’ambito degli interventi finalizzati al recupero edilizio;

-       alle prestazioni di servizi resi in esecuzione di subappalti alla ditta esecutrice dei lavori.


Agevolazioni per lavori di restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione.

Per tutti questi interventi di recupero edilizio è sempre prevista, senza alcuna data di scadenza, l’applicazione dell’aliquota Iva del 10%.

In particolare si applica:

-       alle prestazioni di servizi;

-       all’acquisto di beni, con esclusione di materie prime e semilavorati, forniti per la realizzazione dell’ intervento i cosidetti beni finiti, vele a dire quei beni che, benché incorporati nella costruzione, conservano la propria individualità (es. porte, infissi esterni, sanitari, caldaie, rubinetterie ecc.).

In questo caso l’agevolazione spetta sia quando l’acquisto è fatto direttamente dal committente dei lavori, sia quando ad acquistare i beni è la ditta o il prestatore d’ opera che li esegue.

Se appartieni alle categorie che usufruiscono dell'applicazione dell'Iva agevolata al 4% o al 10% al fine di emettere una fattura con l'IVA ridotta abbiamo bisogno di una sua Dichiarazione di responsabilità compilata e firmata, inviata via posta prioritaria o fax con allegato una copia della Concessione edilizia o Dichiarazione di inizio attività.


Documentazione da inviare

  • Copia DIA / SCIA / CILA / PERMESSO A COSTRURIRE o comunicazione semplice di inizio lavori protocollata dal comune
  • Fotocopia di un documento d'identità valido
  • Fotocopia del codice fiscale
  • Dichiarazione iva agevolata (IVA 10% o 4%)

 

Come procedere all'ordine con iva agevolata?

  1. Procedere all'ordine con iva normale al 22% (con i prezzi indicati sul sito).
  2. Scegliere come metodo di pagamento il bonifico bancario (non procedere col pagamento).
  3. Rispondere alla nostra email di conferma d'ordine allegando i documenti richiesti.
  4. Attendere la nostra email che avviserà della ricezione della documentazione e dell'aggiornamento del totale con l'iva di competenza.
  5. Effettuare il pagamento tramite bonifico bancario, o se desiderate pagare con PayPal o Carta di credito tramite il link in home PAGAMENTI ONLINE.

 

Moduli di autocertificazione IVA agevolata (da compilare e inviare)

 >  Scarica il modulo dichiarazione iva agevolata

 >  Scarica il modulo autocertificazione disabili

 

Se hai dubbi e non sei sicuro di poter usufruire dell'agevolazione IVA ti consigliamo di consultare un consulente fiscale per valutare il tuo caso specifico. Per approfondire l'argomento e per ulteriori dettagli consulta la seguente guida dell'Agenzia delle Entrate: Guida Ristrutturazioni edilizie

 

Per ulteriori informazioni sull’applicazione dell’ Iva agevolata potete contattarci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.